Leggere lib(e)ri

E’ partito LEGGERE LIB(E)RI : un progetto dell’assessorato alla Cultura e della Biblioteca Civica per promuovere la circolazione dei libri e della libera lettura.

Durante l’estate  sono state collocate delle cassette contenenti una trentina di libri ciascuna in particolari luoghi di aggregazione (centri comunitari – scuole – ambulatori medici e ospedalieri – associazioni …).

L’invito è a prendere un testo, leggerlo e, in piena libertà, tenerlo portandolo a casa gratuitamente o rimetterlo a posto. È quindi una variante del consolidato “bookcrossing”

I libri sono forniti dalla Biblioteca Civica, scelti tra le doppie copie e tra i volumi ricevuti in dono da privati cittadini.

Sono romanzi e narrativa varia, libri d’arte e di cucina, ma anche guide turistiche … e naturalmente libri per bambini e ragazzi con le storie più amate..

A cassetta esaurita, la Biblioteca provvederà al rifornimento con nuovi testi.

Solo nella struttura ospedaliera sono ben 7 i punti di LEGGERE LIB(E)RI : portineria, prelievi, neuropsichiatria, ambulatori specialistici, medicina di gruppo, consultorio, area vaccinazioni bambini.

Il responsabile del Distretto Nord, dottor Antonio Gabrielli ha accolto con favore l’iniziativa, considerandone l’utilità nei confronti di chi accede ai servizi sanitari.

L’assessore Anna Olivetto: “L’obiettivo di LEGGERE LIB(E)RI è quello di portare occasioni di lettura nei luoghi dove le persone passano del tempo e magari non hanno modo di venire in biblioteca. Ci è sembrato un modo anche simpatico di andare loro incontro e devo dire che abbiamo trovato immediata condivisione al progetto da parte di tanti soggetti”.