Lavoratori socialmente utili: un grande risultato per l’Associazione

Sono stati comunicati nei giorni scorsi i decreti di finanziamento per i progetti di lavori socialmente utili edizione 2015.

Sono stati ottenuti finanziamenti per 19 comuni associati o facenti capo all’associazione, tra cui Maniago, per un totale di 384.405,00 euro.

Complessivamente tra tutti i 19 comuni che hanno presentato domanda verranno avviati 41 lavoratori, di cui 18 cat. B (operai) e 23 cat. C.

I comuni di Andreis, Arba, Barcis, Cavasso Nuovo, Cimolais e Vajont metteranno a disposizione complessivamente 7 lavoratori da impiegare negli uffici comuni dell’Associazione intercomunale.

Maniago avvierà 5 lavoratori, di cui 3 lavoratori per attività amministrativa negli uffici tecnici (Area Assetto del Territorio) e 2 da impiegare nei Servizi alla persona (attività di accompagnamento e di intrattenimento delle fasce deboli).

Tali progetti sono rivolti ai lavoratori percettori di trattamenti previdenziali residenti nella Regione Friuli Venezia Giulia, che rientrano in una delle seguenti categorie:

– lavoratori in CIGS (Cassa Integrazione Guadagni Speciale) sospesi a zero ore e titolari del relativo trattamento;

– lavoratori in mobilità e titolari del relativo trattamento;

– lavoratori titolari di altro trattamento speciale di disoccupazione ai sensi dell’art. 11 della L. 23 luglio 1991 n. 223 (Norme in materia di cassa integrazione, mobilità, trattamenti di disoccupazione, attuazione delle direttive della comunità europea, avviamento al lavoro ed altre disposizioni in materia di mercato del lavoro).

I lavoratori da assegnare ad ogni singolo progetto verranno individuati tra quelli residenti nel comune o nell’area territoriale di competenza del centro per l’impiego dove si svolgono le prestazioni e, in subordine, tra quelli residenti nei comuni del territorio regionale diversi da quello in cui si svolgono le attività previste dal progetto.

Tali progetti saranno avviati entro il 31 ottobre 2015, come previsto da regolamento regionale, e saranno impiegati per una durata massima di 52 settimane.

Il comune di Maniago, in qualità di ente capofila, provvederà a richiedere ai centri per l’impiego territorialmente competenti (Maniago e Spilimbergo) l’apertura delle iscrizioni a tali progetti.

Il Vicesindaco Andrea Gaspardo rimarca:”Esprimo tutta la mia soddisfazione per il grande lavoro di gruppo che gli uffici sono riusciti a fare, un lavoro super – coordinato che ha visto una azione congiunta di Ufficio Personale e Ufficio Informatico, nonché del Sindaco, il sottoscritto e il Segretario comunale. Abbiamo raggiunto un risultato che ci vede arrivare prima di altri importanti comuni esclusi dal finanziamento (Pordenone, Spilimbergo, San Vito al Tagliamento, ad esempio…).

Quindi è un gran bel risultato per gli uffici comuni della costituenda UTI: l’unione, evidentemente, parrebbe far la forza!”